More

    Basket: il punto della nona giornata LBA Serie A 2023/2024

    articolo di G. R.

    La 9a giornata di serie A inizia su tutti i campi con un messaggio, letto dagli arbitri e dai capitani delle squadre, di condanna di ogni tipo di violenza nei confronti delle donne confermando la volontà di tutto il mondo cestistico di contribuire ad eliminare ciò! Nell’anticipo serale, successo casalingo del Banco di Sassari sulla Givova Scafati, per 79-76, terzo successo consecutivo per la squadra di casa. Partita equilibrata nel primo tempo che termina 35-33. Nella ripresa, Scafati parte alla grande ma Sassari recupera con Stefano Gentile e Charalampopoulos. Gli ultimi minuti sono in volata, Scafati recupera arrivando a -2 ma la tripla Kruslin decide il match con 75 a 70.  Negli ultimi secondi Sassari gestisce il vantaggio concludendo con 79-76. La domenica inizia al Taliercio con l’undicesima vittoria dell’Umana Reyer Venezia contro la Unahotelis Reggio Emilia per 90 a 70. Partita a senso unico per Venezia che travolge Reggio nel primo tempo, 34-21, poi controlla il secondo tempo con scioltezza. MPV del match Wiltyer con 23 punti. A Reggio non sono bastati i 23 punti di B. Weber per riaprire la gara. Una delle sorprese delle 9a  giornata è la vittoria dell’Estra Pistoia al Forum di Assago per 86-81 contro l’EA7 Emporio Armani Milano. Decisivo il terzo quarto dove Pistoia domina e ribalta il -14 dell’intervallo lungo con 6/11 da tre. Negli ultimi due quarti l’attacco di Milano rallenta e nessuno è in grado di prendere tiri decisivi, a differenza dei giocatori di Pistoia che freddamente realizzano. Melli non realizza il canestro del pareggio e Moore con la sua tripla fissa il +5. La partita si chiude 81 a 86. Al PalaPentassuglia impresa dell’Happycasa Brindisi che sconfigge 83-78 la capolista Virtus Segafredo Bologna e centra la prima vittoria, dopo otto sconfitte, in campionato. Nel primo tempo il Brindisi di Sakota chiude 40 a 39, ritornati in campo dall’intervallo lungo Bologna tenta il sorpasso ma Bayehe (25 punti) e Morris riportano la squadra di casa di 70 a 57. Brindisi sempre in vantaggio chiude la gara 83 a 75. Unica nota positiva di Bologna è la 300esima presenza in Serie A di Belinelli (300 punti segnati in serie A).Al PalaBarbuto la GeVi Napoli festeggia il quarto successo consecutivo, per 80 a 70, sulla Vanoli Bk Cremona priva di Adrian e Zegarowski. Partita equilibrata fino a quando la GeVi Napoli nell’ultimo quarto prende le redini della partita grazie a Pullen (24 punti) e Zubcic( 23 punti). Decisiva nella partita la percentuale del tiro da 3(15/35 per Napoli e 5/27 per Cremona) che determina il divario finale. Al PalaLeonessa, nel derby lombardo, la Germani Brescia annienta l’Openjobmetis Varese per 116-73.La partita è dominata e condotta dalla squadra di casa sin dal primo minuto, Varese paga l’assenza di McDermott e Librizz. Gara a senso unico con un avvio per 33-11, Brescia va negli spogliatoi per l’intervallo lungo con 64-33. Nella ripresa tutto è più facile per Della Valle e compagni che supera quota 100. Mvp del match Miro Bilan (21 punti). Alla Vitrifrigo Arena la Carpegna Prosciutto Pesaro supera la Nutribullet Treviso per 95-76. Dopo un iniziale equilibrio Pesaro prende in mano la gara ed aumenta sempre più il vantaggio. Treviso, dopo l’intervallo, crolla e il terzo quarto si chiude a -24 e la rimonta è quasi un miraggio. La squadra di Vitucci accenna una rimonta fino a -10, ma con tre triple consecutive Pesaro va a +20 e la partita è archiviata. Migliori per Pesaro: Bambforth (23 punti e 7 rimbalzi) e Tote (22 punti). Il weekend cestistico si conclude con la vittoria della Bertam Derthona Tortona che ferma il buon momento della Dolomiti Energia Trento e aggancia la zona playoff. Partita iniziata a ritmi molto alti, equilibrata nel primo tempo.Al rientro dagli spogliatoi, Tortona raggiunge il massimo vantaggio +11 con i canestri di Weems e Daum. Tortona cerca di gestire il gap ma la tripla di Biligha, per Trento, accende la rimonta e la gara  termina in parità. Nel tempo supplementare, Tortona con l’esperienza di Weems segna i punti decisivi, Trento invece sbaglia la tripla del pareggio a fil di sirena regalando la vittoria per 83-80. La classifica vede il quartetto composta da  Bologna, Brescia , Venezia e Napoli al primo posto e all’ultimo posto resta sola Treviso.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!