More

    Basket: la Cestistica San Severo vince contro la Stella Azzurra Roma

    La forza del desiderio. Potremmo racchiuderla in quattro parole la prima partita della fase ad orologio tra Allianz Pazienza Cestistica San Severo 76 e Stella Azzurra Roma 72. In una sfida ‘nostalgica’, visto il ritorno di coach Luca Bechi sui legni del “Falcone e Borsellino”, è andata in scena, specialmente nel secondo tempo, una vera e propria battaglia agonista tra due compagini che hanno il medesimo obiettivo. La voglia dei dauni di non fare scherzi, dopo il 1° aprile, è lampante già nella prima frazione quando, sul tabellone, spicca addirittura il 22-8; un distacco notevolissimo che dimostra il grande impatto sui legni dei Neri. Col passare dei minuti, il dominio dei padroni di casa prosegue senza sosta con giocate in scioltezza quando si attacca ed una difesa impenetrabile, ma dopo quindici minuti in grande affanno, Stella Azzurra si sveglia e si porta fino al -10 prima del riposo. Dopo la pausa, nonostante i tentativi e sforzi d’essere incollati agli avversari e, possibilmente, tentare il colpaccio da parte di una lodevole E-Gap, i Neri non si scompongono e con difficoltà ma al tempo stesso tanta lucidità chiudono definitivamente la contesa sfruttando il +10 del terzo periodo e giocando gli ultimi dieci minuti di grande carattere, con il solito (fin troppo) pathos degli ultimi istanti. Così la Cestistica non dà scampo ai romani, conquista due punti vitali e trova la benzina per gli altri sette scontri infuocati, nelle quali dovrà far emergere ancora una volta il carattere giusto e la determinazione che serve nelle partite più importanti della stagione. Per ora, come diciamo sempre, buona (o buonissima o, fondamentale, scegliete voi) la ‘prima’!

    È evidente come la squadra stia crescendo sotto ogni punto di vista ed infatti siamo alla terza vittoria consecutiva – sono le parole del Vice Presidente Paolo dell’Erba –. Anche questa sera abbiamo assistito ad una prova convincente dei ragazzi e, giustamente, ci lascia ben sperare per il proseguo del nostro campionato. Sapevamo il valore di Stella Azzurra: una formazione che non molla mai e che, proprio come tutte le altre, non ha la minima intenzione di lasciare punti per strada. Questa sera, però, l’intraprendenza dei nostri ha avuto la meglio e ci portiamo in cascina due punti fondamentali. Non fermiamoci; andiamo a Rieti con il medesimo coraggio e cerchiamo di imporci anche in trasferta”.

    PRIMO TEMPO: OTTIMA ALLIANZ PAZIENZA, MA LA STELLA RESTA SEMPRE VIVA – Gli undici uomini che vanno in campo sono: Bogliardi, Raivio, Fabi, Lupusor, Daniel contro Wilson, Innocenti, Nikolic, Givens, Campani. È Lupusor ad aprire le marcature con cinque realizzazioni contro le tre di Stella ad opera del pivot Campani autore di un canestro dalla lunghissima distanza. Mentre i romani sembrano leggermente in affanno, e lo si vede da alcune azioni errate, l’Allianz Pazienza appare certamente molto più concentrata in difesa ed anche la verve in attacco è quella giusta (vedasi l’assist di Lupusor, autore di due infrazioni, per la tripla di Matteo Bogliardi o il passaggio brillante di capitan Fabi per la facile conclusione di Daniel). Sul 14-6, l’ex di serata Luca Bechi è costretto a richiamare agli ordini i suoi per dargli una scossa, tuttavia anziché produrre gioco, Wilson e soci si iscrivono a referto solo per i falli a vantaggio unicamente della Cestistica che, fino a questo momento, oltre a dieci minuti quasi perfetti, ha il 100% dalla carità. Primo parziale: 22-12. I baby Sabatino, Bogliardi e l’americano Daniel continuano nel domino giallonero ed ancora una volta Bechi deve sospendere i giochi anche perché il 30-12 parla da sé. Ciò che si può apprezzare di San Severo è la persistenza nel cercare sempre la via del canestro e di farlo, non è un dettaglio da poco, con costanza. Dall’altro canto Stella è in difficolta, ma con grande carattere prova a risucchiare punti importantissimi dopo una fase, la prima, calante dei padroni di casa. Devono pensarci gli otto punti di Fabi, Bogliardi e Raivio a dar nuovamente respiro all’Allianz Pazienza che non deve lasciarsi prendere troppo dall’euforia e perseguire come fatto nei 10′ iniziali anche perché, come insegna la pallacanestro, tutto può essere ribaltato: 40-30.

    SECONDO TEMPO: PATHOS NEGLI ULTIMI SECONDI MA GRANDE VITTORIA GIALLONERA – Come era prevedibile, al ritorno in campo si inizia ad intraveder battaglia e, ad ogni attacco della Cestistica, risponde con coraggio l’E-Gap. Daniel, in una manciata di secondi, rispedisce al mittente qualsiasi tipo di entusiasmo da parte degli ospiti e porta, per ristabilire le gerarchie, il distacco tra i team a +13. Quando sembra tutto ‘facile’ e d’aver ‘azzannato’ gli ospiti, ecco emergere il carattere mai domo del roster di Luca Bechi non curante dello svantaggio e sempre coraggioso nel cercare di ribaltare quanto meno l’inerzia. Sebbene ciò, è San Severo a comandare ancora il gioco anche grazie all’ultimo tiro, dai 6.75, dell’ispirato Ion Lupusor: 58-48. Due minuti di gioco, palla rubata da una rimessa a favore, canestro di Sabatino in contropiede ed immediato timeout dalla panchina romana. È l’inizio dell’ultimo quarto che fa capire quanto da una parte ci sia frenesia nel voler recuperare la situazione e dall’altra della voglia di chiudere i conti in definitiva. Givens segna il -10, Jerkovic schiaccia per il contrattacco e poco dopo segna i due tiri liberi per i suoi quattro punti personali che, insieme a quelli realizzati dai compagni, fanno 64-50 a 7′ dalla fine. I capitolini, però, trovano ancora le energie provano a spaventare gli avversari e così il punteggio resta sempre in ‘bilico’. Ad un minuto dalla fine, Pilot ferma tutto sul parziale di 71-65 al netto di alcune azioni ben organizzate da parte degli stellini e, subito dopo, Sabatino dalla carità non sbaglia le sue due possibilità per un preziosissimo 73-65. Daniel perde palla, Wilson punisce da tre e così si vivono gli ultimi concitatati secondi dopo aver dominato in lungo ed in largo la partita. All’ultimo secondo di possesso giallonero, Raivio entra in aria e subisce il fallo e dalla lunetta segna ½ quando mancano 11 secondi alla fine e col punteggio di: 74-71. Bechi organizza la sua ultima azione, Wilson segna due punti e fa lo stesso anche Ed Daniel che, col suo 76-72, fa esplodere di gioia il “Falcone e Borsellino”.

    NEXT GAME – L’orologio continua a viaggiare velocemente e un’altra pretendente è pronta a far battaglia. L’appuntamento è questa volta sui legni del PalaSojourner contro la Kienergia nella vigilia di Pasqua, l’8 aprile alle 20.30.

    TABELLINO –

    Allianz Pazienza San Severo – E-Gap Stella Azzurra Roma 76-72 (22-12, 18-18, 18-18, 18-24)
    Allianz Pazienza San Severo: Matteo Bogliardi 17 (4/8, 3/6), Edward lee Daniel 14 (4/6, 1/4), Ion Lupusor 12 (2/3, 2/6), Nik Raivio 11 (4/7, 0/1), Antonino Sabatino 10 (3/4, 0/4), Mihajlo Jerkovic 6 (2/5, 0/3), Agustin Fabi 4 (0/0, 1/2), Lorenzo Tortu 2 (0/3, 0/1), Djordje Pazin 0 (0/0, 0/0), Michele Mecci 0 (0/0, 0/0), Keller cedric Ly-lee 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 17 / 22 – Rimbalzi: 37 7 + 30 (Edward lee Daniel 11) – Assist: 18 (Edward lee Daniel 5)E-Gap Stella Azzurra Roma: Duane Wilson 22 (9/12, 1/5), Samuel jamal Givens 12 (4/6, 1/1), Jacopo Giachetti 12 (2/7, 0/2), Emmanuel Innocenti 8 (2/5, 1/4), Matteo Visintin 6 (2/3, 0/0), Lazar Nikolic 5 (2/3, 0/0), Luca Campani 5 (0/2, 1/2), Roberto Rullo 2 (0/1, 0/5), Alberto Chiumenti 0 (0/2, 0/0), Fabrizio Pugliatti 0 (0/0, 0/0), Riccardo Salvioni 0 (0/0, 0/0), Lucas Fresno 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 18 / 24 – Rimbalzi: 33 6 + 27 (Emmanuel Innocenti 8) – Assist: 10 (Jacopo Giachetti, Emmanuel Innocenti 3)

    FOTO: Antonio Giammetta

    Ufficio Stampa Cestistica città di San Severo

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!