Boscaglia: “Dobbiamo avere il coraggio di fare le giocate anche rischiando”

0
72

Vigilia di Foggia-Pescara che si giocherà domani alle ore 20.30 allo stadio Zaccheria. Questa mattina mister Roberto Boscaglia ha parlato in conferenza stampa analizzando la gara e il momento rossonero.

“Le idee sulla squadra le ho avute sempre chiare. Abbiamo bisogno di tempo. Non sono confuso e faccio questo mestiere da anni. Nel calcio ci sono anche gli avversari che corrono, ci mettono in difficoltà e sono organizzati. Per giocare a calcio abbiamo bisogno di tempo. È vero che dobbiamo svegliarci e dobbiamo migliorare. Purtroppo non è stato possibile avere giocatori fissi titolari perché qualcuno non è ancora pronto. Stiamo cercando di dare la giusta identità alla squadra. Con il passare del tempo avremo chi giocherà di più certo cambieremo qualcosa giocando magari la coppa o in settimana. Non siamo partiti bene e qualcuno si fa prendere la paura ma non è così. Il nostro campionato è iniziato avendo fatto 4 punti in due partite. Abbiamo fatto errori a Potenza e potevamo anche vincere. La vittoria aiuta a livello morale ma noi siamo tranquilli perché la squadra lavora bene. Le insidie ci sono perché il Pescara è una squadra forte con blasone e organizzata per vincere il campionato. È una partita complicata ma sicuramente penseranno la stessa cosa loro di noi. Nel secondo tempo a Potenza è cambiato l’atteggiamento della squadra che non voleva perdere e ha capito di dover avere più coraggio ma il modulo non è cambiato. Quasi sempre sta tutto nella testa. La squadra ha avuto un atteggiamento più aggressivo e abbiamo rischiato qualcosa. Il Pescara è una squadra che gioca e dobbiamo essere bravi a capire la partita e i momenti giusti dove poter attaccare. Non sarà facile ma dobbiamo provarci. Ogni partita è diversa da un’altra ma il nostro atteggiamento deve essere sempre quello. Dal punto di vista mentale preparare questa partita è più facile per un allenatore. Sono tranquillo anche se ci sono delle insidie ma ci sono anche per loro. Non bisogna pensare solo all’avversario ma bisogna costruire anche la propria fisionomia. Quando non hai giorni di scarico non puoi lavorare tanto ma con la settimana lunga è più semplice. Abbiamo incontrato squadre che hanno cambiato poco rispetto allo scorso anno. È determinante avere la settimana lunga. Petermann e Odjer sono recuperati ma stiamo valutando altre situazioni. Per coraggio intendo che bisogna rischiare le giocate. Ogni calciatore deve fare le giocate che sanno fare avendo il coraggio anche di sbagliare. Ho sempre chiesto questo aspetto e fa parte del mio modo di lavorare. È presto per essere definita una partita decisiva sul nostro campionato. Siamo ancora all’inizio e il campionato di serie C è molto lungo. Sono molto fiducioso perché la squadra segue ed è attenta. Non è facile mettere durante la partita quello che prepariamo perché ci sono gli avversari. Durante le partite ci sono situazioni che non possiamo prevedere. Dobbiamo giocare e lavorare su questo aspetto”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here