More

    Canonico: “Rispettiamo la sentenza, adesso pensiamo a giocare domenica poi si vedrà”

    Il presidente del Foggia, Nicola Canonico ha parlato questo pomeriggio in conferenza stampa insieme agli avvocati Fabrizio Lofoco e Giacomo Sgobba. Tanti i temi trattati durante la conferenza tra i quali anche l’annuncio di due nuovi acquisiti rossoneri.

    Fabrizio Lofoco, avvocato: “La situazione del contenzioso dà spazio alla difesa. Abbiamo parlato ieri nel corso delle due ore molti argomenti. La sentenza che ci ha riguarda ha preso alcune parti delle discussioni. È arrivata una conclusione che siccome il Foggia non è sicuro di andare in serie B non dovrebbe impugnare questo provvedimento. Questa posizione ci lascia perplessi perché secondo noi siamo noi a dover andare in serie B e non il Lecco. Rispettiamo la sentenza ma stiamo studiando se esiste un margine di possibilità per dire la nostra ma questo è complicato per la ristrettezza dei tempi. Questa sentenza non ci trova d’accordo perché non è una sentenza che regola giustamente questo rapporto e non è completa rispetto all’elenco di documenti, fatti e diritti azionati. Ci sono diritti del Foggia, del Perugia e del Lecco. Questa sentenza è parziale non riguarda l’intera discussione del procedimento. Al momento non siamo in grado di capire cosa poter fare ma non escludiamo che si possa fare ancora qualcosa rispetto a quello che il Foggia chiede da mesi. Dire che il Foggia non ha titolo per parlare sembra un pó troppo. Siamo di fronte ad un caso raro in cui un termine perentorio non lo è poi del tutto. Siamo molto sorpresi da questo, è una cosa che non mi è mai successa. Ci sono rimedi straordinari contro sentenze ritenute non giuste. Speravamo di mettere in relazione le norme”.

    Canonico: “Le sentenze vanno rispettate, dobbiamo pensare a domenica che giocheremo contro il Taranto. Se ci saranno le condizioni per andare avanti con la causa non ci fermeremo per rispetto dei tifosi e della città nei confronti di un qualcosa che ci è stato tolto nella finale. C’è ancora ipotesi di un ulteriore giudizio. In questo momento il club non ha ricevuto offerte serie. Non voglio speculare e guadagnare dal Foggia ma nemmeno dare dei soldi per farsi da parte. Devo capire in questo momento se mettermi da parte per il bene del Foggia e far entrare qualcun altro. Ho sentito parlare troppo di un organico non completo, di un calciomercato che sta per chiudersi ma in questo momento in cui non sappiamo in quale categoria giocare è difficile programmare una squadra. Ad oggi con la sentenza al 99% giocheremo in serie C. Il calciomercato tra poco terminerà e la squadra deve essere ancora completata. Le analisi si fanno a fine mercato ma sarà il campo a dire se abbiamo fatto bene o male. La critica nei miei confronti è diventata una moda da parte di alcune persone che parlano di situazioni inesistenti. Ci sono soggetti che destabilizzano la città come ad esempio la lite tra Cudini e Belviso. Sembra che quando tutto va bene si creano pretesti per parlare male. Con Vacca vedremo cosa accadrà, Odjer per il modulo non rientra anche se si sta allenando con intensità, per quanto riguarda Frigerio non ci sono altri momento richieste congrue e se non arriveranno sarà obbligato a tornare a Foggia per allenarsi perché ora è ancora in malattia. Abbiamo tesserato nella giornata di oggi Carillo e Tounkara. Abbiamo due curve in cui ci sono molti competenti di calcio, quando si analizza una squadra di ragazzini dimentica dove siamo arrivati lo scorso anno e i calciatori che sono rimasti. Allestire dei reparti con gente nuova può dare la possibilità di ridimensionamento della squadra. Nella passata stagione il Foggia ha esaltato alcuni giovani come Leo, Frigerio e Bjarkason. Mi sono prefisso ancora due acquisti e spero di presentarli nelle prossime ore. Aspettiamo gli ultimi dettagli per le trattative. Vogliamo fare risultati per portare gente allo stadio. Molti non conoscono i giovani che sono arrivati in squadra e per valutare bisogna vederlo giocare. È una squadra che si sta amalgamando. Siamo in regola con l’inizio del campionato nonostante siamo partiti in ritardo secondo qualcuno. L’entusiasmo è una dote che si accende in una piazza nel vedere giocare la squadra. Sulla carta ci sono le favorite ma sul campo poi si vedrà. Sarà comunque un organico competitivo quello che avrà il Foggia. Abbiamo 27 giocatori in rosa che non è poco. Per la campagna abbonamenti siamo stati fermi sempre per il problema legato a in quale categoria giocare. Abbiamo adesso la possibilità di lanciare la campagna abbonamenti e credo che saranno confermati gli stessi prezzi dello scorso anno. Il Foggia calcio non si schiera con nessun candidato sindaco ma facciamo tifo per tutti perché il calcio deve rimanere distante”.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!