More

    Carillo: “Dispiaciuto per Coletti, è una sconfitta per tutti. Domani servirà una grande mentalità per dare un segnale di svolta.”

    Un Foggia in crisi è chiamato a ritrovare la propria identità con il ritorno di mister Cudini, che per squalifica domani non siederà sulla panchina rossonera. Al suo posto si è reso disponibile ai media il difensore centrale Luigi Carillo. Le sue parole in vista del match:

    “Dispiace molto per l’esonero di mister Coletti, penso che quando un allenatore viene mandato via è sempre una sconfitta per tutti. Dobbiamo concentrarci sulla partita di domani che sarà molto complicata ma il mister ci ha fatto lavorare intensamente in questi pochi giorni per prepararla al meglio. E’ inutile nascondersi perché la classifica in questo momento parla chiaro, dobbiamo guardarci le spalle e rimanere uniti. Vogliamo tornare a essere la squadra di inizio campionato, imparando dagli errori come la mancanza ci concretezza ma il mister ha lavorato proprio su questo aspetto in vista della gara di domani. Il gioco proposto da mister Coletti aveva bisogno di tempo per essere assimilato e questo ci ha condizionato molto. Nell’ultimo periodo abbiamo perso un po’ di brillantezza anche a livello mentale ma la cattiveria agonistica non ci è mai mancata. Purtroppo è arrivato tutto nel momento sbagliato, i risultati e la fortuna non ci hanno aiutato e ci dispiace. Il mercato e le voci per come la vedo io non hanno influenzato il gruppo e ogni giocatore che si è traferito ha dato il massimo fino all’ultimo giorno qui. Il terreno di gioco in erba sintetica di Francavilla nasconde diverse insidie ma ne siamo consapevoli e ci siamo allenati al massimo per superarle. Domani sarà necessaria una grande mentalità e maturità per dare un segnale di svolta e dimostrare di aver capito gli errori commessi. Non siamo sicuramente una squadra costruita per fare questo tipo di campionato ma la realtà è questa e dobbiamo calarci subito nella mentalità giusta. In questa categoria le palle inattive sono un fattore importante e da lì quest’anno abbiamo subito diversi gol, siamo una squadra che marca a uomo ma quando oltre alla mentalità vengono a mancare la fiducia e i risultati può capitare qualche errore ma penso sia più importante in questo momento lavorare sulla reazione a quest’ultimo, che ci è sicuramente mancata nella scorsa partita.”

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!