More

    Cudini: “È il momento di stare tutti uniti”

    Il Foggia prepara la partita contro il Catania e mister Cudini ha analizzato la gara in conferenza stampa:

    Abbiamo cercato giocatori con caratteristiche per il nostro tipo di gioco non è semplice ma per quello che abbiamo preso dal mercato sono soddisfatto. Quando sono tornato ho trovato una disposizione tattica ben precisa. Incontriamo una squadra completa di qualità che ha fatto un mercato importante cambiando tanto. Ci giochiamo la partita con grossa fiducia e determinazione. Non possiamo permetterci di fare passi falsi. Ho trovato uno spogliatoio diverso al di là di chi è andato via forse ci volevano altri stimoli portati da chi è arrivato. C’è grossa disponibilità e questo ci serve molto. Alla società ho chiesto giocatori per fare quel tipo di gioco il 4-3-3 perché sono rientrato con molto entusiasmo ed ero deluso quando sono andato via. Quando sono stato richiamato ho accettato con grande entusiasmo perché credo nella squadra e nella piazza di Foggia che deve riconquistare la classifica che merita. Sono stato partecipe sempre per quanto riguarda il mercato sia quest’estate che in questo momento. Purtroppo nel mercato bisogna sapersi adeguare e quest’estate non siamo riusciti a fare determinate operazioni. Durante la mia assenza l’allenatore in seconda ha trovato l’accordo per la rescissione e non può essere tesserato nuovamente quindi abbiamo trovato un’altra figura come allenatore in seconda. I nuovi arrivati sono tutti disponibili, Carillo si è aggregato alla squadra ma vedremo domani se potrà giocare, mentre Di Noia ha un problema al flessore quindi non sarà in lista. Gran parte del gruppo non ha esonerato nessuno, lo stimolo di qualcuno forse non era concreto per quello che dovevamo fare. Ho un percorso che devo continuare. Bisogna cercare di dare serenità a questi ragazzi abbiamo lavorato sull’aspetto fisico ma anche mentale. Dobbiamo essere più pronti ed attenti in alcuni dettagli. Ho incontrato dei tifosi anche al campo in questi giorni. Se vogliamo tutti il bene del Foggia bisogna stare vicini alla squadra senza creare altre problematiche. Dobbiamo cercare di coinvolgerli il più possibile anche tramite le prestazioni. Chiediamo vicinanza a tutti in questo momento difficile. È il momento di stare tutti uniti. In attacco abbiamo cambiato caratteristiche e giocatori. Ci aspettavamo qualcosa in più da chi è andato via. È un reparto in cui siamo un pó mancati. Per il resto la squadra era equilibrata. Se alla minima difficoltà non reagiamo tutto diventa più complicato. L’aspetto mentale è importante e stiamo cercando di lavorarci. La differenza però la fanno sempre i risultati ed è quello che cerchiamo di fare. L’ultimo giorno di mercato è il più brutto per un allenatore quando si devono cambiare tante cose. Giocherà chi dei nuovi è più pronto”.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!