More

    Cudini: “La responsabilità di quello che non va è la mia”

    Dopo la sconfitta del Foggia ha analizzato la gara mister Mirko Cudini: “Siamo partiti discretamente, prendendo campo ma poi ci sono state delle situazioni dove abbiamo concesso ripartenze. E su una di queste siamo andati sotto, si poteva fare fallo o comunque gestire diversamente. Poi la squadra ha reagito ma il Latina ha delle caratteristiche importanti, abbiamo pagato la voglia di volerla vincere e ci siamo sbilanciati. Tounkara è l’unica prima punta che abbiamo, Peralta è andato fuori perché servivano forze fresche non perché abbia demeritato. Anzi, ci ha dato quella fantasia in più per andare in area. Le caratteristiche dell’avversario e gli infortuni lo imponevano volevamo più solidità in avanti e non aprirla subito. Odjer? Ha caratteristiche diverse da Fiorini, ci serviva quella qualità che lui ha ma lo abbiamo cercato poco. Avremo più tempo per lavorare e ci auguriamo di recuperare qualcuno ma oggi non abbiamo perso per la condizione atletica. Sono deluso, so che i ragazzi hanno dato il massimo ma con un pó più di attenzione si poteva portare a casa il risultato. Volevamo dare dei segnali alla gente. Per ambire a qualcosa bisogna dimostrarlo all’inizio del campionato lo abbiamo fatto. In questo momento negli episodi non siamo fortunati. Dovevamo stare più attenti nelle ripartenze loro. La responsabilità di quello che non va è la mia. Non possiamo pretendere nulla dalla gente, che sta facendo il suo in questo momento evidentemente non stiamo rispettando le loro ambizioni. Canonico? Non sento la pressione perché sono nato così, chi fa questo lavoro è abituato. L’ho visto e sentito in altre occasioni. Non c’è nessun tipo di problema”.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!