More

    Festa del calcio…a colori

    Festa di colori sugli spalti, passione nel tifare per i piccoli atleti, sportività e rispetto tra le tifoserie delle squadre finaliste e non ultimo soddisfazione e contentezza da parte degli organizzatori. Questi gli elementi che domenica 19 maggio 2024 hanno caratterizzato e arricchito la festa dello sport dedicata alle finali dei campionati provinciali di calcio giovanile. Una intera giornata di festa dedicata ai piccoli atleti, addetti ai lavori ed accompagnatori, nella suggestiva “location” di Peschici, cittadina fiore all’occhiello dell’intera Capitanata, che con le sue bellezze naturali, il suo paesaggio e i colori unici del suo mare rapisce e fa innamorare i visitatori. Teatro delle gare il campo sintetico Comunale “Michele Maggiano” della cittadina garganica, per l’occasione gremito in ogni ordine di posto con indosso il vestito delle grandi occasioni. Grandi meriti della riuscita della manifestazione, che per la prima volta vedeva lo svolgimento delle tre finali delle tre diverse categorie nello stesso giorno, sullo stesso campo e in una località fuori dai confini cittadini, vanno al dipendente della LND delegazione provinciale di Foggia Giuseppe Bozza vera deus ex machina insieme al delegato provinciale della LND di Foggia Avv. Lorenzo Taggio, (in coda le interviste ai due dirigenti della LND delegazione provinciale di Foggia) che con la loro passione, dedizione, sacrifico e volontà hanno voluto dare l’importanza che merita alle finali dei tornei provinciali, che contrariamente a quanto si possa pensare, assorbono tantissimo tempo e necessitano di un estenuante e continuo lavoro nell’intero arco della stagione calcistica. A dare inizio alla giornata di festa è stato il primo incontro in programma tra le finaliste del torneo Under 14, la Cosmano Sport Foggia, presieduta da Gianluca Cosmano, figlio dell’indimenticato maestro di calcio Mimì Cosmano, e l’A.S.D Apocalisse San Severo, guidata in panchina da mister Pazienza, fratello del più celebre Michele attuale tecnico dell’Avellino e indimenticato centrocampista rossonero. Alla fine del match ad avere la meglio sono stati i ragazzi del presidente Cosmano che si sono aggiudicati l’incontro per sei reti ad una. Seppure il risultato lascerebbe pensare ad una vittoria facile dei ragazzi di Foggia, ad onore di cronaca dobbiamo sottolineare la buonissima prestazione dei ragazzi dell’Apocalisse che hanno sciorinato interessanti trame di gioco. Grazie al bellissimo impianto sportivo di Peschici è stato possibile intervallare alle finali dei tornei provinciali Under 14,15 e 17 partite di esibizioni di giovani atleti appartenenti alle categoria di fasce di età minori. La seconda finale della giornata è stata quella della categoria Under 15 tra la Virtus Calcio Foggia ed il Real San Giovanni. Nonostante il nutrito e sonoro tifo dei supporters della squadra della Virtus, che nulla aveva da invidiare alle curve del più blasonato Pino Zaccheria, ad avere la meglio sono stati gli under 15 del Real San Giovanni. Nonostante siano passati in svantaggio nella prima parte della gara, hanno avuto l’abilità e la bravura di pareggiare prima e vincere poi l’incontro con il risultato di tre reti a d una. Anche in questa gara si è avuta la possibilità di apprezzare il lavoro svolto sul campo dai responsabili delle due società con i loro ragazzi ed il prezioso lavoro di educatori prima che di allenatori, che quotidianamente svolgono sul campo con i propri giovani atleti. A chiudere il trittico di finali della giornata è stata la gara pomeridiana del torneo Under 17 tra i Real Siti e l’Eagles San Severo. Anche in questo caso i giocatori in campo sono stati supportati dal tifo sugli spalti con tanto di fumogeni, bandiere e cori che hanno fatto sì che il clima fosse degno dei più blasonati stadi di categoria superiore. Ad avere la meglio nell’ultimo incontro e laurearsi Campioni Provinciali sono stati i ragazzi del Real Siti che hanno avuto la meglio sugli avversari per due reti a zero. I tre incontri della giornata hanno evidenziato, se mai ce ne fosse bisogno, come la Capitanata sia un serbatoio ricco di giovani talenti che hanno solo bisogno di crescere ed essere seguiti in maniera sana e consona a quelli che sono i reali valori dello sport. Valori che mai come in questa occasione sono stati evidenziati e messi in risalto da parte di tutti gli addetti ai lavori e non. La perfetta riuscita della manifestazione, che è stato il giusto e meritato riconoscimento per l’intera macchina organizzativa, sarà una base solida su cui ideare e programmare sin da ora, l’edizione 2025. L’auspicio è che come le istituzioni della città di Peschici hanno offerto in questa edizione la propria collaborazione, mettendosi a completa disposizione dell’organizzazione, possano esserci altre cittadine di Capitanata che vogliano offrirsi per ospitare l’edizione 2025, che oltre a dare lustro al movimento calcio di Capitanata dà lustro all’intero indotto della cittadina ospitante, richiamando gente da ogni parte della nostra provincia. Dando appuntamento alla prossima edizione ci sentiamo di affermare senza paura di essere smentiti che questo è…il calcio che ci piace! E soprattutto ci piace pensare che oggi al di là di chi ha alzato la coppa al cielo perché vincitore della singola gara, tutte le società partecipanti hanno vinto e lo hanno fatto con pieno merito. La loro coppa è rappresentata dall’intero percorso effettuato durante la stagione calcistica 2023/24 coronata con la passerella nella importante vetrina finale.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!