More

    Focus partita: Audace Cerignola-Avellino

    L’Audace Cerignola ha un mezzo sorriso che proviene dal pareggio contro il Latina anche se c’è qualche rammarico per i gialloblu che stavano portando a casa la vittoria ma nei minuti di recupero si sono fatti beffare dal Latina, e non è la prima volta che accade. Per i gialloblu di mister Tisci c’è un banco di prova importante perché al Monterisi arriva l’Avellino dell’ex allenatore Michele Pazienza e il calciatore Michele D’Ausilio, ceduto proprio nel mercato di gennaio. La società ha indetto la giornata gialloblu per riempiere il Monterisi tramite prezzi popolari. Termia il silenzio stampa indetto lo scorso 18 febbraio e il bollettino medico vede Krapikas e Ghisolfi in gruppo con gli infortunati Ligi, Martinelli e Rizzo ancora fuori per vari infortuni. Ligi prosegue il ciclo riabilitativo dopo l’intervento al menisco del ginocchio sinistro; Martinelli prosegue il lavoro differenziato dopo la lesione rimediata al polpaccio sinistro; mentre Rizzo ha riportato una frattura del primo e secondo metatarso del piede destro con prognosi di un mese. I gialloblu devono portare a casa un risultato positivo ma soprattutto la vittoria che manca da un mese. Mister Tisci affiderà come sempre le chiavi del centrocampo a Capomaggio e l’attacco alle certezze Malcore e D’Andrea che dovranno guidare la squadra verso la vittoria. Un dato importate per i gialloblu è la realizzazione dei 39 gol con due attaccanti in doppia cifra ma spiccano le 35 reti subite su cui bisogna lavorare.
    Nell’altra metà campo c’è l’Avellino che si trova a 49 punti in classifica ed ha collezionato 14 vittorie (5 in casa e 9 fuori casa), 7 pareggi (5 in casa e 2 fuori casa) e 7 sconfitte (4 in casa e 3 fuori casa).

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!