Gallo (all. Foggia): Vittoria del cuore. I ragazzi hanno eseguito alla lettera le mie istruzioni.

0
86

Il primo a concedersi ai microfoni dei cronisti è Mister Gallo. Il tecnico rossonero è felicissimo e quasi senza voce.  Ecco la sua disamina del vittorioso match contro al capolista “Devo dire innanzitutto che i  ragazzi sono stati eccezionali. Direi esemplari sotto tutti i punti di vista. Hanno fatto quello che nessuno forse poteva immaginare. Battere la capolista. Mettendoci cuore, tensione ed intelligenza. In sostanza hanno seguito alla lettera tutto ciò che avevamo preparato in vista di questa importante gara. Che le cose potessero andar bene ne eravamo consapevoli già alla fine del primo tempo. Ho detto ai ragazzi  che essere usciti tra gli applausi dopo i primi 45’ doveva fungere da sprono per far meglio e provare a vincerla. Così è stato. La fase offensiva nel primo tempo è venuta meno negli ultimi venti metri. Frutto di mancanza di serenità . Oggi hanno  dato  tutto dopo una settimana dura. Ci siamo concentrati sull’organizzazione del gioco di squadra e su cosa dovevano fare. A 20’ dalla fine abbiamo lavorato sui concetti della settimana. Abbiamo avuto tante altre occasione che avrebbero potuto evitarci di soffrire fino alla fine. E’ ovvio che continueremo a lavorare ancora sulla fase offensiva ma ci vuole equilibrio e i ragazzi devono acquisire certezze per poter affrontare al meglio i momenti di difficoltà. Al 3-5-2 ho cominciato a pensarci dopo la sconfitta con la Gelbison  considerando che abbiamo degli esterni validi ed ho cercato quindi di utilizzarlo contro il Crotone  per essere aggressivi. Nella situazione in cui ci troviamo non possiamo prediligere il palleggio ma puntare di più alle verticalizzazioni. D’Ursi  e Vuthaj hanno comunque fatto un gran lavoro. Proprio Vuthaj ha lavorato tanto e ho dovuto sostituirlo perché aveva i crampi. Per noi è un giocatore importante e se impara a entrare nel gioco collettivo potrà fare ugualmente gol. Riproporre il 3-5-2 ? Il modulo potrà variare e non è detto che non possa riproporlo o cambiarlo. Al momento ci occorre solidità e praticità. Questo ho pensato dopo l’ultima sconfitta, magari rinunciando alla qualità. I singoli ? Per me Di Noia, nonostante le tante critiche, ha fatto una grande gara. Ha svolto un solo allenamento in settimana ma ha dato tutto. Personalmente non mi preoccupa il passaggio sbagliato ma la sostanza. Come anche Peterman che ha svolto un gran lavoro davanti alla difesa. Ma tutti hanno fatto bene e devo continuare così per recuperarli tutti. Devono far parte del progetto, fino alla fine. Frigerio, tutti hanno fatto una buona prestazione.  Il merito è di tutti. Come si vince e come si perde. Se nella fase di possesso nella loro metà campo, avessimo avuto la giusta  tranquillità, sicuramente avremmo fatto meglio. Ma abbiamo anche notevoli margini di miglioramento. Tenendo presente che ci mancavano anche pedine importanti. Ho dovuto curare soprattutto l’aspetto difensivo.  Vedersela con Chiricò, Gomez e Karbo non è facile. Sono giocatori pericolosi, di categoria superiore  ed ho pensato a come bloccarli. Potevamo chiuderla prima ma non siamo riusciti. Però era importante vincere e ci siamo riusciti. Per i ragazzi è un’iniezione di autostima straordinaria da spegnere subito. C’è da pensare alla Juve Stabia e devo tenerli sulla corda, facendogli vedere le situazioni da correggere”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here