Gallo: “Dobbiamo dare un segnale di cambiamento”

0
99

Alla vigilia di Foggia-Crotone ha parlato in conferenza stampa l’allenatore dei rossoneri Fabio Gallo che ha analizzato la partita e il momento che sta vivendo la sua squadra. Ecco le dichiarazioni di mister Gallo:

Una settimana di lavoro importante per me e per la squadra soprattutto per conoscerci su quelli che possono essere i concetti. Abbiamo cercato di dare intensità sul lavoro cosa che manca ai ragazzi. Settimana di intensità e voglia dei ragazzi di capire le mie idee di calcio. Grande disponibilità e voglia di ascoltare da parte della squadra. Per fare i test non abbiamo tempo. La squadra è priva di brillantezza e forza di fare aggressioni. Abbiamo fatto allenamenti con grande intensità e pochi recuperi. È un aspetto su cui bisogna migliorare perché sono stati pochi gli allenamenti finora. L’aspetto mentale è un aspetto importante perché siamo in un momento delicato con una classifica difficile. L’aspetto mentale deve essere ricostruto ma devono trovare anche loro il modo per uscirne. Farò il possibile per aiutarli in questo aspetto. Siamo stati tanto assieme e abbiamo lavorato anche su questo. Giocherà chi mi ha fatto vedere che sta bene fisicamente ed è predisposto al sacrificio. Peralta e Vuthaj sono recuperati e sono disponibili tutti tranne gli squalificati. Incontriamo la prima in classifica e noi siamo penultimi. Tutto può succedere domani perché ogni partita è diversa da un’altra. Domani sarà una partita difficile con una squadra che ha individualità importanti. Dobbiamo dare un segnale alla tifoseria e i ragazzi devono dare delle risposte soprattutto nello spirito e nelle prestazioni. Dobbiamo far vedere che qualcosa è cambiato e che stiamo cambiando. Sono consapevole che tempo non ne abbiamo ma bisogna far vedere qualcosa di diverso. I concetti su cui stiamo lavorando sono molto diversi rispetto a quelli che avevano prima. In questo momento non è corretto nei confronti dei calciatori che ho in squadra dire dove andare a migliorare. I miei calciatori mi stanno dando tutto quello che possono adesso. Certo a luglio avrei fatto scelte diverse perché poi si ha più tempo di lavorare in un ritiro. Il Presidente ha parlato di calciatori fuori rosa. Comunico ogni giorno con il presidente perché è giusto che ci sia un diario giornaliero. Non ho bisogno di mettere fuori rosa ma mettere fuori squadra chi non è pronto per la partita di domani. Intensità e organizzazione mi preoccupano di più perché si ottengono lavorando purtroppo settimane tipo sono poche da lavorare. Quando ci sono partite vicine è difficile lavorare su alcuni aspetti. Cercheremo di dare lo stesso carico partita per chi non gioca. Sarà una partita complicata perché il morale delle due squadre è diverso ma anche lo spirito e la tensione. Noi non possiamo sbagliare niente come anche loro. È una partita di calcio e quando indossi la maglia del Foggia la palla scotta sempre. La mia idea di Foggia è essere un qualcosa che sta lavorando per fare bene. Il Crotone è una squadra forte ma è una partita che dobbiamo giocare. Abbiamo esterni difensivi importanti che hanno gamba e questo può far cambiare anche il modulo. Fino a domani deciderò quale optare. Però dobbiamo essere equilibrati nel capire qual è il modulo giusto per questo squadra. Rizzo sta bene ha fatto la partitella mercoledì ed è disponibile per giocare. La pressione è quella di una piazza importante come Foggia quindi giocherà chi mi ha fatto vedere che è pronto. Ho incontrato anche i tifosi e sono consapevole e a conoscenza di tutta la situazione. I calciatori devono essere pronti a subire questa pressione“.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here