More

    Karate senza barriere

    Passa da Foggia il cammino dei karateka pugliesi verso le qualificazioni dei Campionati Italiani di specialità. Si disputerà infatti domenica 10 marzo p.v. presso il “Palazzetto Preziuso” di Via Guido Dorso a Foggia, con inizio alle ore 8.30, la fase di qualificazione al Campionato Italiano Juniores KU/KA –  M/F (sede di gara dei campionati Italiani sarà Lido di Ostia tra due settimane – n.d.r.) organizzata da quattro delle otto società che operano nella città di Foggia. Alla conferenza stampa di presentazione della manifestazione, che si è svolta presso la Pinacoteca Novecento di Foggia, hanno preso parte anche l’assessore allo sport del comune di Foggia Prof. Mimmo di Molfetta e la componente della Giunta Regionale CONI Puglia, l’avvocato foggiano Francesca Rondinone. A fare gli onori di casa il Presidente Regionale della Fijlkam Sabino Silvestri, oltre ai rappresentanti della quattro società organizzatrici, rispettivamente il maestro Cesare Ciminiello della Fiamme Cremisi Bersaglieri Foggia, il maestro Maurizio Coccia della A.S.D. Mawashi Karate Team, il maestro Angelo Selicato della A.S.D. Fisic Center Karate e il maestro Cosimo Leone del Karate team Leone Foggia. Nel capoluogo dauno, come lo stesso presidente regionale ha affermato, erano ormai tanti anni che non si riusciva ad organizzare una manifestazione di tale rilevanza sportiva e la prossima domenica, giungeranno in città oltre centodieci atleti provenienti da più parti della Puglia, circa il doppio di quelli presenti a Noicattaro lo scorso anno per la stessa fase di qualificazione. L’affluenza di atleti che si affronteranno sul Tatami del palazzetto Preziuso dimostra il forte richiamo che la città di Foggia ha per questa disciplina sportiva, che vanta una storica tradizione con atleti locali che nel corso degli anni sono riusciti ad affermarsi in ambito nazionale. Alla presentazione della manifestazione era presente Viviana Di Bello, atleta di spicco del Karate femminile foggiano, nonché selezionatrice per la categoria esordienti, per i prossimi Campionati Mondiali, che si svolgeranno nuovamente in Italia, dopo decenni ormai, in quel di Jesolo. La presenza della selezionatrice foggiana, soprattutto per il delicato ruolo che ricopre, testimonia l’importanza che il karate pugliese riveste a livello nazionale. Nota di merito nell’ambito della presentazione della manifestazione è stata l’aver voluto mettere in risalto come lo sport e nella fattispecie il karate, sia inclusione e non deve conoscere barriere, tanto che per la prima volta in Puglia, nella città di Foggia, nella giornata di domenica si svolgerà la prima gara di Parakarate. A tal proposito non certamente casuale la presenza del Presidente della Consulta Regionale di Parakarate Gino Nosi e dei tecnici Giuseppe d’Arpa e Nicolò Coccia. Proprio la loro presenza ha permesso di sottolineare come il karate identifichi in pieno alcuni dei principi assoluti dello sport, quali quello dell’inclusione e dello sport che deve essere per tutti. L’istituzione del parakarate come disciplina sportiva, ha permesso agli atleti diversamente abili, o come piace al presidente regionale definirli gli Atleti Speciali, di non sentirsi inferiori ai colleghi normodotati e avere la possibilità di misurarsi con passione ed entusiasmo sul tatami a loro tanto caro. Come sottolineava il maestro Coccia, che da anni opera in una associazione che si prende cura di ragazzi con spettro autistico, per una volta Foggia riesce a dispetto delle classifiche nazionali che la vedono relegata sempre agli ultimi posti delle varie classifiche di merito, a primeggiare e soprattutto essere innovatrice, organizzando per la prima volta in Puglia una manifestazione nella manifestazione, tra atleti simpaticamente ribattezzati “ragazzi speciali” di Parakarate. Inoltre proprio in questa disciplina, il maestro pugliese Giuseppe d’Arpa grazie alla sua dedizione e passione ha permesso ad un “atleta speciale” corregionale di laurearsi campione italiano di specialità. Altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione e che rende onore ancor di più all’intera Capitanata è la nomina a componente della Giunta Regionale di Parakarate del giovanissimo maestro foggiano, Nicolò Coccia. Visto anche l’entusiasmo e l’interesse che la presentazione della manifestazione ha suscitato, non facciamo fatica a credere che quella di domenica prossima sarà una vera e propria giornata di sport, di sport senza barriere, evidenziando come lo sport inteso a trecentosessanta gradi sia inclusione, socializzazione, crescita e aggregazione. Ci piacerebbe che questi momenti possano rappresentare solo un passo in avanti verso un qualcosa di nobile che possa evolversi sempre più andando ad abbattere quelle differenze che a volte sono solo frutto di preconcetti e nulla di più.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!