More

    La Cestistica non riesce a sfatare il tabù del PalaTricalle. Sconfitta per i Neri

    La Cestistica non riesce a sfatare il tabù del PalaTricalle e cade contro la Lux Chieti; finisce 82-56. Se nessuno, ad oggi, è uscito indenne in terra abruzzese sicuramente è merito di una squadra, quella allenata da coach Aniello, propositiva e con ottime percentuali (21/36 da due, 9/27 da tre, 44 rimbalzi, 23 assist e 7 palle recuperate). Detto degli avversari, è giusto anche confermare che San Severo non ha giocato la sua solita partita d’intensità sotto tutti i punti di vista. Una gara in salita già dal primo quarto (21-15) e continuata nella frazione successiva (21-15). Dopo la pausa, nonostante il vantaggio i padroni di casa hanno spinto con energia e precisione sino alla sirena conclusiva.

    Premesso che a nessuno piacere perdere, è opportuno fare alcune valutazioni sia in ottica avversaria (un gruppo che ha palesato tutto il suo carattere dimostrando le difficoltà del campionato) e in tema caratteriale vedendo un roster che, nonostante oggi sia stato meritamente battuto, palesa partita dopo partita una crescita costante. Non si deve mollare. Mai.

    DAL 1’ al 20’ – I dieci in campo sono Berra, Maggio, del Testa, Cena e Tiberti contro Pierotti, Magrini, Pazin, Gatto e Fall. Lo studio tra le due compagini prevale nei due minuti iniziali ma poi la situazione si sblocca prima con i due canestri dell’ex Cena, poi Fall dall’area e ancora Pierotti, la tripla di Tiberti e il tiro dell’altro ex giallonero Berra per il 7-4. La Lux si affida molto al suo pivot e così riesce a trovare canestri facili sotto il ferro, mentre dall’altro parte la Cestistica appare leggermente contratta e c’è da monitorare la situazione falli perché, per esempio, Gatto è a quota 2 (così come Tiberti). La bomba di Maurizio del Testa porta i padroni di casa a quota 10 e deve pensarci Pazin a smuovere il tabellone dei dauni per portare l’Allianz Pazienza a -1 dopo qualche minuto di totale stallo da ambo i lati. Magrini pareggia i conti (12-12), ma successivamente Chieti ne rifila quattro consecutivi costringendo il coach ospite a richiamare agli ordini i Neri. Dopo il timeout, però, arrivano solo tre punti sanseveresi (ad opera di Tchintcharauli) e altri cinque subiti per un totale di: 21-15 al primo quarto. Gabriele Berra porta la sua squadra al massimo vantaggio (+11) e ciò significa non soltanto le capacità balistiche di un giocatore che San Severo conosce bene, ma anche una mancanza di concentrazione e di cattiveria agonistica da parte degli uomini di coach Luciano Nunzi che, in questo secondo quarto, stanno lasciando troppo l’iniziativa agli abruzzesi che tirano con percentuali elevatissime dai 6.75. 19-9, a tre minuti ancora da giocare, è il parziale che sancisce il gioco propositivo della Lux e punisce i pugliesi che, nei minuti successivi, provano a ridurre il gap sino al 42-30 della seconda frazione.

    DAL 21’ al 40 –
     Che sia una partita storta per l’Allianz Pazienza lo si capisce dopo soli tre minuti giocati quando coach Nunzi è costretto a chiamare la sospensione anche perché i Neri segnano poco, perdono palla in maniera sanguinosa e al tempo stesso subiscono tanto. A metà di frazione, il match diventa spezzettato per i troppi errori da ambo le parti ed in questo contesto la Cestistica prova a risucchiare punti importanti considerando che Chieti ha rallentato leggermente come dimostra il punteggio 48-41, dopo un assist dietro la schiena di Pierotti per la ‘bomba’ di Pazin e l’immediato timeout della panchina biancorossa. Tiberti e Cena smuovono immediatamente il tabellone, allontanano ancora una volta i dauni e incendiano il PalaTricalle sino al terzo parziale di giornata: 61-45. Dovrebbe essere il quarto di San Severo affinché lo svantaggio si dimezzi, ma è sempre Chieti a segnare con continuità e, col cronometro che vola, le speranze giallonere si affievoliscono sempre di più. Gli ultimi minuti servono solo ai padroni di casa per aggiornare le statistiche personali e collettive, perché San Severo si è letteralmente spenta. Punteggio finale:

    IL CALENDARIO – Prima di Natale c’è un’altra gara per l’Allianz Pazienza. Si gioca in casa (sperando di avere il palazzetto pieno) contro la Lions Bisceglie recentemente attiva sul mercato. Salto a due atteso sabato 23 dicembre alle ore 20.30.

    FOTO: Cesare Di Sanno 

    Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!