More

    Mister Raffaele: “Contento e carico di essere a Cerignola, voglio fare il meglio possibile”

    E’ stato presentato questo pomeriggio mister Giuseppe Raffaele, neo allenatore dell’Audace Cerignola che ha perso il posto di mister Tisci sulla panchina gialloblu. Intanto questo pomeriggio primo allenamento per l’Audace agli ordini di mister Raffele in vista della trasferta di Catania in programma venerdì sera alle ore 20.45. Alla presentazione del nuovo allenatore presenti anche il direttore sportivo Elio Di Toro e il presidente Nicola Grieco. Tante le esperienze da allenatore per Raffaele tra cui quella del Potenza nell’ottobre 2018. Con il club, nell’arco delle sue due prime stagioni in C un quinto e quarto posto. Nelle due stagioni in questione ha raggiunto per due anni consecutivi la semifinale play-off sfiorando la B. Nella stagione 2020/2021 è passato al Catania (serie C) fino a marzo 2021. A ottobre 2021 subentra sulla panchina della Viterbese che guida per pochi mesi. Nella passata stagione, nel mese di ottobre, il ritorno a Potenza dove raggiunge il 9° posto e la partecipazione ai play-off (secondo turno). A prendere la parola è stato il presidente Nicola Grieco che ha ringraziato il mister: “E’ un giorno importante per l’Audace guardiamo in avanti e vogliamo dare massima tranquillità e ringrazio al mister per aver accettato questa sfida. Abbiamo dato la fiducia al mister anche per il prossimo anno perchè vogliamo dare continuità al progetto. Il mister è un uomo di calcio ed è bastato solo stringerci la mano. Speriamo di poter riuscire a terminare il campionato al meglio possibile e l’obiettivo è mantenere la categoria e poi programmeremo il prossimo anno. Appello ai tifosi dovete stare vicini alla squadra, purtroppo il calcio è fatto anche di sconfitte, sono amareggiato per la sconfitta di domenica e la squadra è stata giustamente fischiata. Siamo tutti arrabbiati perchè ci sono modi e modi di perdere. Pensiamo però al futuro che inizia oggi“. Il direttore sportivo Elio Di Toro ha precisato la scelta ricaduta sul nuovo allenatore: “Dobbiamo ringraziare mister Tisci per il lavoro svolto. Abbiamo scelto mister Raffele considerando anche la conoscenza e l’approccio che abbiamo avuto quest’estate con il mister. Abbiamo considerato quindi come priorità chiamare mister Raffaele. Dobbiamo pensare al presente e mantenere la categoria conquistata con tanto sudore. Mi sento di dover dire che tutto quello che si fa per l’Audace lo si fa sempre con rispetto. I risultati a volte confondono la realtà delle situazioni. Sfido chiunque a dire che questa società non ha dimostrato di essere una sociaetà rispettata. Non bisogna mai intaccare un processo che questa società ha dimostrato nel tempo. Il presidente è sempre vicino alla squadra e vuole sempre vincere. Quest’anno ci vuole mentalità che tutti dobbiamo avere e dobbiamo crescere tutti quanti. In primis anche io perchè tutti possono sbagliare. Apriamo un nuovo capitolo che deve creare un ulteriore spinta in avanti e dobbiamo crescere in professionalità. Non solo negli aspetti di campo ma dobbiamo migliorare in altre cose. Insieme a lui cercheremo di costruire un’altra pagina di storia dell’Audace”. La parola è passata poi a mister Raffaele che ha ringraziato la società per la fiducia: “Voglio ringraziare il presidente e il direttore per la fiducia. Sono contento e carico per questo nuovo percorso che è visto in maniera progettuale. Abbiamo sette partite e mi prendo le responsabilità per terminare il campionato al meglio. Le ambizioni del presidente e della piazza devono essere anche della squadra. Dobbiamo creare i presupposti per continuare la stagione e pensare al futuro. Voglio cercare di ottenere il meglio in queste partite. E’ un momento difficile sotto molti aspetti. Il Cerignola ha una squadra importante ma in determinati ruoli qualche giocatore di esperienza è stato fuori e la squadra si deve responsabilizzare per uscirne presto. Dal punto di vista mentale dobbiamo preparare bene la prossima partita. Sono una persona con i piedi per terra ma so benissimo che nel calcio dall’equilibrio si ottiene il massimo. Momento delicato ma possiamo far nascere certezze che in questo momento non ci sono. La quadra ha giocato tre partite in una settimana e mi sono soffermato sull’aspetto mentale ma il vero lavoro comincerà la prossima settimana. Ho chiesto alla squadra di ricordarsi che sono forti a prescindere dalle assenze. Dobbiamo alzare un pò l’intensità della ricerca perchè niente viene regalato. Ho una mia idea di calcio ma devo valutare anche le individualità dei calciatori che ho a disposizione. Voglio una squadra offensiva e che si duelli si fa valere trasmettendo anche al pubblico. Non amo parlare di moduli di gioco perchè ho cambiato diversi moduli anche durante il campionato. Abbiamo una difesa fortissima ma ci sono troppe assenze in questo reparto al momento. Voglio creare empatica con i calciatori e vorrei vedere in poco tempo la squadra che assume ciò che vorrei vedere io. Questa squadra al completo ha potenzialità di giocare playoff di livello. Ma non posso promettere niente al momento. In queste sette partite la squadra deve meritarsi un futuro a Cerignola a cominciare dal sottoscritto. Voglio dare un’impronta ben precisa. Ai tifosi posso dire che il Cerignola viene visto come una società dinamica, giovane e ambiziosa. Quando non si vince da tanto tempo ci sono scorie nella testa e con il lavoro e la mentalità possiamo uscirne. L’obiettivo è ricercare il meglio in un’organizzazione. Nelle prestazioni non deve mai mancare la voglia di giocarsela sempre”. Foto credit: Audace Cerignola official

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!