More

    Nell’infrasettimanale San Severo esce sconfitta a casa della capolista Roseto

    Il verdetto dell’infrasettimanale, valido per la trentunesima giornata, vede la Liofilchem Roseto trionfare sulla Cestistica: 82-70. I favori dei pronostici (a ranghi ancora fermi che vedevano Roseto, Ruvo e San Vendemiano come squadre pronte a far faville nel girone Rosso di Serie B) sono stati rispettati ed è giusto complimentarsi con gli avversari. L’oggettiva premessa non deve, però, oscurare la partita che l’Allianz Pazienza ha messo in campo soprattutto nel secondo tempo quando dal -25 si è avuta la possibilità di andare anche sul -1, segno di una squadra caparbia nel cercare di risalire la crina. Sono due le istantanee che potrebbero rappresentare al meglio la partita: le triple all’ultimo istante di seconda decina ed ultimo quarto, ad opera di Mantzaris, che palesa tutta l’esperienza del team padrone di casa contro la giovinezza (e quanto ad essa consequenziale) degli ospiti.

    Tutti i ko sono duri da digerire. Ma essere sconfitti in un palasport ostico dopo aver onorato la casacca, contro la prima della classe, un team dalle statistiche collettive e personali da capogiro (che di certo non ha bisogno di presentazioni) è questione da mettere in conto, specialmente in un campionato competitivo come la Serie B. Adesso la palla (non quella prettamente materiale) passa ai giocatori sanseveresi, che dovranno tradurre questa lezione in uno spartito diverso da ‘esporre’ contro la Lux Chieti. Non aveva senso fare pronostici prima, nemmeno domenica scorsa dopo la vittoria contro San Vendemiano e non è corretto farli ora. Si riparta dal secondo tempo e continui sulla strada del “non mollare mai” e noi faremo altrettanto!

    DAL 1’ al 20’ – Durante, Mantzaris, Guaiana, Petracca e Klyuchnyk per coach Gramenzi e Pierotti, Magrini, Pazin, Gatto e Fall per il tecnico sanseverese. Due minuti di puro stallo tra la capolista e gli ospiti di San Severo; si vedono solo i punti della Liofilchem ad opera di Durante mentre Gatto risponde dalla linea dei 6.75 per il 2-3 che permane per quattro minuti di gara. Guaiana, i cinque consecutivi dell’ex Petracca e Klyuchnyk scuotono il tabellone del PalaMaggetti e, sull’11-3, coach Nunzi deve richiamare necessariamente il timeout perché i suoi, sebbene le azioni siano orchestrate nella maniera giusta, non riescono a trovare la via del canestro e far scappare così velocemente Roseto può essere letale. Gatto, (l’unico a segnare per i Neri) di forza, riesce a trovare il due più l’aggiuntivo e Pazin si fa sentire con la specialità da tre, tuttavia sotto le plance si fa fatica perché Mantzaris non solo è produttivo singolarmente o subisce tanti falli (Pierotti è a quota due) ma serve anche passaggi preziosi ai suoi compagni (il pivot Klyuchnyk, in particolare) che, ovviamente, ne approfittano. Dopo due possessi di fila banalmente persi e vedendo gli avversari in scioltezza, 22-9, è ancora la panchina sanseverese a fermare tutto. L’1/2 di Fall dalla carità conclude il primo quarto: 22-10. L’Allianz Pazienza dovrebbe aumentare il proprio bottino ed invece è Roseto a spingere sull’acceleratore grazie alle triple di Donadoni e Santiangeli mentre per i dauni si segnalano i primi due punti del capitano Mattia Magrini, Frattoni e Stefano Pierotti. A discapito della frazione precedente, i Neri hanno alzato leggermente l’intensità difensiva ma tranne alcuni momenti (come la seconda ‘bomba’ di Pazin e le azioni che portano alla carità Fall e Magrini) manca la qualità e soprattutto la lucidità quando si deve concludere specialmente sotto il ferro (tanti, infatti, gli errori commessi 5/18 da due e 3/13 da tre). Dal canto suo, la Liofilchem ‘corre’ spedita, sfruttando la potenza dell’intero organico e lo dimostra la tripla di Mantzaris all’ultimo instante per il 47-29. Coach Nunzi, oltre alle evidenti difficoltà odierne, deve fare i conti anche con le infrazioni dei Tchintcharauli a quota 3.

    DAL 21’ al 40 – La Cestistica soffre in difesa; è il dato inequivocabile di questa sera, come dimostra anche l’11-4 (simile all’11-3 del primo quarto), perché Roseto prende tutti gli extra possessi e quando gioca 1vs1 ha sempre vita facile. Con un parziale di 58-33, ancora una volta, è sempre il capo allenatore sanseverese che è costretto a chiedere la sospensione e al ritorno Magrini e due volte Gatto segnano da tre. Dopo un buon break, per la prima volta di serata, è coach Gramenzi a richiamare i suoi per non mandare in ‘ritmo’ i suoi ed infatti dal +25 si è passati in poco tempo a +19. L’Allianz Pazienza, anche a discapito di un punteggio eloquente, non demorde, cerca di dire la propria, ma per quanto costruisce la Liofilchem è poca roba: 62-46. Palla persa di San Severo, assist di Durante e punti di Guaiana, mentre dal lato opposto Tommaso Gatto prosegue la sua partita sempre puntuale, timbrando il 18º punto di serata che, unito alle due triple di Petrushevski, porta il punteggio sul 66-64. È la panchina casalinga a reclamare il timeout. Se prima era Roseto ad attaccare senza paura degli ospiti, adesso la situazione si è letteralmente ribaltata, grazie anche a Guastamacchia, che segna da tre, Frattoni e Magrini ancora da tre, portando il punteggio a 66-62, che pochi minuti prima era impensabile. Dalla linea della carità, Santiangeli scuote il tabellone degli abruzzesi in campo e sugli spalti, ma l’Allianz Pazienza non molla un centimetro. Petracca mette a segno un’importantissima tripla portando il punteggio sul 71-64, e nelle due azioni successive Guastamacchia produce quattro punti in rapida successione. Tuttavia, è sempre Mantzaris a prendersi la responsabilità del tiro più pesante (76-68), e Roseto può respirare. Come spesso accade, i tiri da tre tagliano le gambe ai rivali, e così è avvenuto. Complimenti alla Liofilchem, ma brava anche la Cestistica a credere sempre: 82-70.  

    IL CALENDARIO – Penultimo appuntamento casalingo per l’Allianz; contesa prevista domenica 7 aprile alle ore 18 contro la Lux Chieti. Una partita dal sapore… ‘storico’.

    IL TABELLINO – Liofilchem Roseto – Allianz Pazienza San Severo 82-70 (22-10, 25-19, 15-17, 20-24)

    Liofilchem Roseto: Marco Santiangeli 18 (3/4, 2/7), Vangelis Mantzaris 12 (2/3, 2/2), Andrea Petracca 11 (1/2, 3/7), Vincenzo Guaiana 10 (4/6, 0/2), Dimitri Klyuchnyk 10 (4/5, 0/0), Georges Tamani 9 (3/4, 0/0), Alessio Donadoni 7 (2/4, 1/5), Giordano Durante 3 (1/1, 0/3), Ousmane Maiga 2 (1/2, 0/2), Elhadji Thioune 0 (0/0, 0/0), Brian Dervishi 0 (0/0, 0/0)

    Tiri liberi: 16 / 19 – Rimbalzi: 38 10 + 28 (Andrea PetraccaGeorges Tamani 7) – Assist: 17 (Vangelis Mantzaris 8)

    Allianz Pazienza San Severo: Tommaso Gatto 18 (3/4, 3/6), Mattia Magrini 12 (1/2, 2/6), Arcangelo Guastamacchia 11 (4/6, 1/5), Djordje Pazin 9 (1/6, 2/6), Stefano Pierotti alles 5 (2/5, 0/2), Yande Fall 5 (1/4, 0/0), Goce Petrushevski 5 (1/1, 1/1), Gianluca Frattoni 5 (2/7, 0/1), Roman Tchintcharauli 0 (0/1, 0/0), Fabio Montanari 0 (0/0, 0/0), Luca Colombo 0 (0/0, 0/0), Balsa Kaludjerovic 0 (0/0, 0/0)

    Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 29 9 + 20 (Tommaso GattoMattia Magrini 5) – Assist: 7 (Tommaso GattoMattia Magrini 2)

    Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!