Petermann: “Sacrificio, umiltà e rispetto sono gli ingredienti per riscattarci”.

0
68

Intanto arriva Petermann, il capitano. Finalmente col sorriso stampato in volto. Ascoltiamolo. “Felice per i tre punti, arrivati grazie al Mister che ha chiesto sacrificio, umiltà e rispetto delle regole. Oggi in campo abbiamo messo tutte queste componenti. E fatto grande prestazione. Eravamo in debito con società e tifosi per il brutto avvio. In un periodo difficile come questo non era facile affrontare la prima della classe. Comunque siamo riusciti a tirar fuori le nostre migliori qualità. Adesso bisognerà continuare su questa strada e recuperare il terreno perduto. Sicuramente in otto gare abbiamo provato tanti moduli. Oggi questo ha funzionato e, la cosa più importante, è stata la compattezza di squadra contro un attacco stellare. Sacrificio, raddoppi di marcatura. Insomma  abbiam tirato fuori una ottima prestazione. La mia ?  Come sapete vengo da un buon campionato con Zeman e ciò che mi chiedeva per le mie qualità era perfetto . Con Boscaglia e il cambio modulo e idee  ho avuto difficoltà nell’interpretazione pur dando sempre il 100%. Se sono rimasto a Foggia è perché ci tengo e per raggiungere grandi traguardi. A luglio ho avuto altre richieste ma ho preferito restare qui. Noi abbiamo sempre cercato di dare il massimo impegno e siamo rammaricati per questo brutto avvio di campionato. Foggia è una città che vive di calcio e i tifosi sono sempre a sostenerci. Oggi finalmente abbiamo dimostrato di avere gli attributi. La buona prestazione deve essere un punto di partenza per far sempre meglio. Vincere con la prima in classifica dà autostima e grande fiducia nei propri mezzi. Ovviamente una vittoria  non ci rende fenomeni né risolve i problemi. Per noi è importante seguire ciò che ci chiede il Mister. Poi si potrà soltanto far bene”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here