More

    Programmata la seconda fase dei tornei di calcio giovanile

    Si è svolta ad Apricena nella suggestiva location “Casa Matteo Salvatore” intitolata al famoso cantautore di musica popolare natio proprio del centro garganico, Matteo Salvatore (1925 – 2005), la presentazione della seconda fase provinciale dei campionati di calcio giovanile di Capitanata. L’evento, a cui hanno preso parte i rappresentanti della maggior parte delle società sportive partecipanti e i massimi esponenti della delegazione provinciale della FIGC di Foggia, è stato un momento per illustrare come sarà articolata la seconda fase provinciale dei tornei under 17 e under 15 e i tornei under 16 e under 14. A fare gli onori di casa sono stati il Delegato provinciale LND di Foggia Avv. Lorenzo Taggio, il vice delegato provinciale L.N.D Gaetano Fuiano, il Delegato Provinciale Attività di base prof. Lucio Zefilippo, il Dipendente L.N.D. Foggia Giuseppe Bozza oltre ad una rappresentanza della nostra testata giornalistica. L’evento è stata oltre che una occasione per illustrare il programma e le modalità di svolgimento della seconda fase dei vari Campionati di Calcio Giovanile, anche un momento di confronto con tecnici e responsabili dei vari settori giovanili delle società calcistiche della provincia di Foggia. Movimento, quello calcistico giovanile di Capitanata, in costante fermento ed aumento grazie alla passione e alla dedizione costante degli addetti ai lavori che quotidianamente calcano i campi di calcio per mettere al servizio dei più piccoli la propria esperienza di vita e sportiva. Abbiamo sempre sostenuto da queste colonne che essere allenatori, indipendentemente dalla specialità sportiva in cui si opera, è un ruolo complesso e delicato. Proprio per questo motivo è necessario che le società sportive possano avvalersi di istruttori federali qualificati ed in tal senso proprio la FIGC periodicamente organizza corsi formativi e di aggiornamento per i propri tecnici. Durante l’evento sono stati resi noti i calendari delle gare di tutti e quattro i tornei che partiranno domenica 28 gennaio 2024. Come sempre nutrito il numero delle squadre iscritte a questa seconda fase dei tornei, anche grazie al successo ottenuto, in termini di squadre partecipanti e di pubblico durante lo svolgimento della prima fase. Motivo di grande soddisfazione per la delegazione provinciale FIGC di Foggia che vede la presenza di squadre che coprono tutto il territorio di Capitanata. Ai nastri di partenza si annoverano squadre del capoluogo Dauno, squadre del Promontorio Garganico, passando per il basso e l’alto tavoliere. Tutto il territorio di Capitanata risulta essere coperto, garantendo su quasi tutti i campi di gioco spettacolo e soprattutto la possibilità di vedere all’opera giovani calciatori che poi risultano essere la vera essenza dello sport, lì dove tutto ha inizio. Motivo di vanto per l’intera delegazione provinciale foggiana, perché sta ad indicare la professionalità e la passione con cui si opera e il sostegno, aspetto molto importante, che si cerca di dare alle società sportive del territorio, che purtroppo quotidianamente sono costrette, loro malgrado, ad affrontare problemi di varia natura. Nell’ambito dell’evento è stata anche svelata una novità fortemente voluta dalla delegazione provinciale FIGC di Foggia, far svolgere la finale dei vari tornei in una unica giornata, individuata in domenica 26 maggio 2024, nella cittadina garganica di Peschici al campo sportivo “M. Maggiano”. L’occasione oltre che per celebrare le squadre che avranno raggiunto la finale del torneo, sarà una vera e propria festa dello sport in una location che in odore di estate, si presterà benissimo per invogliare non solo i giovani calciatori ma anche i propri familiari a trascorrere una giornata fuori le proprie mura di casa ed essere baciati dal sole garganico. Il nostro auspicio è che una festa dello sport possa essere non solo la giornata delle partite finali, che proclameranno le squadre vincitrici, ma ogni giornata del torneo ed ogni qualvolta i giovani calciatori indosseranno scarpette e pantaloncini per scendere in campo. Il solo fatto di vedere i propri figli e i loro coetanei praticare sport ed essere coinvolti in importantissimi momenti di aggregazione e crescita sportiva dovrebbe essere motivo di festeggiamento.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!