More

    Questa Allianz Pazienza non muore mai! In casa non si passa e Roseto è fatta fuori!

    Come si affronta un infrasettimanale (dopo una trasferta lunghissima) sfidando una grande squadra come Roseto? E come si fa a ribaltare una gara che, per ovvi motivi, sembrava stregata? E cosa si deve provare, stando nei panni di Pierotti, a tirare i tre tiri liberi utili per la vittoria finale? La risposta sta nel semplice – direbbero i vecchi saggi – oppure basterebbe soltanto dare un occhio al tabellone del “Falcone e Borsellino”: 72–71.  L’Allianz Pazienza Cestistica San Severo ha sconfitto la Liofilchem; detta in questi termini è molto semplice, in realtà i due punti conquistati, mantenendo intatto il proprio parquet, dicono tanto altro. In primis gli avversari, la seconda forza del campionato: un team ‘lungo’ ma soprattutto esperto della categoria a partire già dal proprio allenatore. Poi, invece, c’è tutto il merito dei Neri di Luciano Nunzi, un coach silenzioso ed operaio in grado di mettere su un gruppo di giovanissimi facendoli diventare veri uomini che lottano sul parquet. In effetti poi, le indicazioni dell’allenatore bisogna tradurle in campo e lì i protagonisti sono i giocatori tutti senza citare nessuno perché, ribaltare una gara così in poco tempo, significa essere cresciuti individualmente e nel collettivo.

    Queste giornate e questa forza mentale, dunque, lasciano la certezza dell’immediato riscatto dopo una sconfitta (sebbene la prestazione ci sia stata) e la gioia di poter proseguire con slancio e vigore ma al tempo stesso è sempre bene ricordare che il campionato non è per nulla concluso e la parola “adagio” non far parte del vocabolario cestistico. Cavalchiamo quest’onda con gli occhi spalcati; solo così si arriva lontano.

    DAL 1’ al 20’ – Solito e solido quintetto dei gialloneri Pierotti, Magrini, Pazin, Gatto e Fall mentre gli ospiti si oppongono con Durante, Santiangeli, Guaiana, Poletti e Klyuchnyk. La gara, in apertura, è tutta sotto canestro e vede tra i protagonisti Klyuchnyk da un lato e Fall dall’altro lato. Sarà per l’infrasettimanale o per le fatiche che entrambe le squadre hanno impiegato nei rispettivi match precedenti, ma non si palesa una grande pallacanestro; difatti, coach Gramenzi sul 10-6 e dopo due penetrazioni di Pierotti chiede il timeout. Successivamente alle parole del tecnico abruzzese, arrivano però i punti solo dell’Allianz Pazienza ad opera di capitan Magrini, autore di due triple consecutive per il 16-9 a meno tre minuti dalla fine del primo periodo. Roseto, tuttavia, non molla e riesce a sfruttare tre palle perse dei dauni, procedendo in un batter d’occhio a collezionare 7 punti. Deve pensarci la prima ‘bomba’ di serata di Pazin a dare una scossa ai gialloneri ma, Santiangeli prima e Maiga poi, lo imitano per il pronto controsorpasso degli ospiti immediatamente ripresi da Gatto e poi nuovamente in avanti con il tiro da oltre i 6.75 del sempre puntuale Santiangeli: 22-24. Dovrebbe essere la Cestistica ad attaccare ed invece alla ripresa è sempre la Liofilchem a produrre punti: 22-28 dopo due minuti giocati al secondo quarto. Guastamacchia prova a ridurre il gap ma ciò che manca ai Neri è l’attenzione giusta anche nei semplici passaggi che, alcune volte, diventano macchinosi a vantaggio solo degli avversari i quali, dal canto loro, hanno ottime percentuali da tre e sotto canestro i centimetri utili per gli extra possessi tanto da arrivare sul 26-34 a metà frazione. Gatto e i punti di Pierotti infondono la carica, proprio come Luciano Nunzi dalla panchina, anche perché Roseto pare abbia leggermente rallentato, così Fall e company hanno il dovere di recuperare terreno. Gramenzi si accorge delle défaillance dei suoi e chiede la sospensione quando il punteggio è di 35-36. Dopo le sue parole arriva la tripla del solito Santiangeli e la gara è in equilibro totale: 39-39.

    DAL 21’ al 40 –  Dopo la pausa lunga, sembra di rivedere gli highlights del primo tempo al netto degli audaci e constanti attacchi di Roseto con maggior protagonista capitan Poletti. A sua volta, la Cestistica prova a rispondere ma è imprecisa dalla lunghissima distanza ed anche sotto il ferro fa tanta, troppa, fatica. Nunzi prova a mischiare un po’ le carte facendo entrare Tchintcharauli e Magrini per Montanari e Fall, ma la situazione non cambia e sono sempre gli sfidanti a fare la voce grossa. Sul 44-51 è ancora una volta il capo allenatore casalingo a fermare i giochi e poco dopo arriva una mini reazione sanseverese che produce 6 punti fatti e, purtroppo, 7 subìti: 50-57. Rimbalzo difensivo preso, Colombo fa tutto bene, arriva in area e sbaglia da sotto; è la fotografia di un match che appare stregato per una serie di motivazioni. Ciò che non deve succedere, però, è lasciarsi prendere dallo sconforto e cadere nella trappola creata da Roseto (che ha i suoi meriti) altrimenti si rischia di buttare all’aria una gara, di per sé, già molto complessa. I minuti scorrono e non si intravedono segnali di ripresa dei dauni; tutt’altro è la Liofilchem a premere sull’acceleratore arrivando, quando ci sono ancora da giocare sette minuti, sul +10. Nunzi richiede ancora il timeout cercando di dare una svegliata ai suoi che arriva con i punti di Magrini e Pierotti, ma è mandata al mittente grazie ai canestri di Donadoni. Il bello della pallacanestro è la sua imprevedibilità così, in uno scrocchiare di dita, l’Allianz Pazienza si fa prepotentemente sotto fino al -3, grazie alla tripla di Gatto ed è Gramenzi a fermare tutto per due volte consecutive. Il canestro di Pierotti ed il rimbalzo di Gatto ribaltano totalmente la partita (67-66). Il restante minuto è un vortice di emozioni che si conclude con la tripla, a sette secondi dalla fine, di Santiangeli e la pronta risposta di Pierotti che segna i tre tiri liberi della vittoria! Il finale: 72-71.

    IL CALENDARIO – Non è contemplato il riposo, non ora! Si attende la prossima avversaria, sempre tra le mura domestiche: domenica 10 dicembre (con la seconda possibilità per i tifosi sanseveresi di aderire alla raccolta alimentare) arriva la Gemini Mestre a “saltare” come di consueto alle ore 18.

    IL TABELLINO –

    Allianz Pazienza San Severo – Liofilchem Roseto 72-71 (22-24, 17-15, 11-18, 22-14)

    Allianz Pazienza San Severo: Stefano Pierotti alles 24 (6/8, 1/4), Yande Fall 15 (6/11, 0/0), Tommaso Gatto 15 (5/5, 1/3), Mattia Magrini 6 (0/1, 2/4), Luca Colombo 5 (1/3, 1/1), Djordje Pazin 3 (0/4, 1/5), Goce Petrushevski 2 (1/1, 0/3), Arcangelo Guastamacchia 2 (1/2, 0/2), Fabio Montanari 0 (0/1, 0/1), Roman Tchintcharauli 0 (0/1, 0/0), Balsa Kaludjerovic 0 (0/0, 0/0), Gregorio Urbano 0 (0/0, 0/0)

    Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 24 8 + 16 (Yande Fall 6) – Assist: 20 (Stefano Pierotti alles 8)

    Liofilchem Roseto: Dimitri Klyuchnyk 17 (8/10, 0/1), Marco Santiangeli 16 (0/2, 5/6), Mitchell Poletti 14 (6/9, 0/3), Vincenzo Guaiana 8 (4/5, 0/2), Alessio Donadoni 6 (3/3, 0/3), Giordano Durante 5 (1/1, 1/2), Ousmane Maiga 5 (1/1, 1/2), Georges Tamani 0 (0/0, 0/0), Angelo Mastrototaro 0 (0/0, 0/0), Brian Dervishi 0 (0/0, 0/0)

    Tiri liberi: 4 / 8 – Rimbalzi: 35 6 + 29 (Mitchell Poletti 9) – Assist: 16 (Giordano Durante 6)

    FOTO: Antonio Giammetta

    Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!