More

    Sconfitta pesante per il Brindisi contro il Potenza

    articolo di Vincenzo Nannavecchia

    Debutto del nuovo anno 2024 per il Brindisi che al Franco Fanuzzi subisce una pesante sconfitta ad opera del Potenza. Alla fine della partita Brindisi-Potenza 0-4, partita resa ancora più difficile da un terreno ai limiti della praticabilità per via delle abbandonti pioggie delle ultime ore. Peccato visto che il restauro dello Stadio è stato fatto di recente per adeguarlo alla Serie C. La partita nel corso del primo tempo di chiara marca Potentina con un Brindisi chiuso nella propria metà campo che subisce la prima rete al minuto 15 del primo tempo che porta la firma di Mattia Rossetti. Sempre lui al minuto 29 del primo tempo raddoppia per i Lucani. Nel finale di frazione si fa vedere in un paio di circostanze la squadra Adriatica ma ben attenta la difesa ospite e il risultato non cambia. Il secondo tempo si apre con un Brindisi ridisegnato per via dei cambi e più propositivo ma nel corso della partita viene fuori il valore tecnico tattico del Potenza e ancora con il mattatore di giornata una vera spina nel fianco per il Brindisi il giovane classe 1996 Mattia Rossetti il Potenza segna anche il terzo gol al minuto 69. La gara non è ancora terminata infatti al minuto 88 i Rossoblu Lucani usufruiscono di un calcio di rigore che Di Grazia realizza. La partita finisce Brindisi-Potenza 0-4. Una sconfitta comunque indolore per la Compagine Biancazzurra visto che le squadre che la precedono non hanno prodotto nulla di buono quindi rimane sempre invariata la classifica generale. Adesso bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare sodo per cercare di risalire la classifica e fare risultato positivo a partire dell’anticipo di sabato prossimo in quel di Catania. Ovviamente sempre con un occhio vigile al mercato invernale per irrobustire la squadra e permettere di centrare la salvezza che ancora alla portata. In primis per il Nobilissimo Presidente Daniele Arigliano, per la Città ed i suoi tifosi e per le aziende e partner che hanno creduto in questo progetto.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!