More

    Serie B: il Frosinone impatta con il Bari, il Genoa rosicchia due punti mentre torna a vincere il Cagliari di Ranieri

    articolo di Marco Iusco

    Gara non bellissima al San Nicola tra la prima, il Frosinone, e la terza, il Bari, che termina a reti bianche con il Genoa di Gilardino che non fa sconti e sbaraglia la Ternana di Lucarelli seppur di misura. Non ne approfitta il Sudtirol che pareggia con il Parma, e peggio fa il Pisa che perde, mentre il Cagliari di Ranieri, reduce da quattro pari, torna a vincere e raggiunge i toscani e la Reggina che non ha giocato per l’indisponibilità del “Curi” causa terremoto. Nella corsa alla salvezza, unico sussulto per il Cosenza dopo la figuraccia rimediata al “Marassi” la scorsa settimana. E’ stato osservato il minuto di silenzio su tutti i campi di B per la tragedia immane di Curto.

    IL PUNTO SULLA B, Il Frosinone continua a far punti ma il Genoa insegue e non molla un centimetro – La ventinovesima giornata della serie B si è aperta venerdì scorso con la vittoria netta per risultato e gioco della squadra di mister Claudio Ranieri, ma la cronaca della partita racconta che erano passati in svantaggio ad inizio gara, ciò nonostante Lapadula & soci, a metà ripresa hanno prima pareggiato e poi vinto per 4 a 1. Sabato invece si sono disputate le prime cinque gare alle 14 ed il posticipo e match di cartello alle 16.15. Nelle gare delle 14.00 il Benevento di Stellone pur giocando male ha pareggiato contro il Como. Pareggio pirotecnico tra il Cittadella al “Tombolato” contro il Palermo che la riacciuffano ed erano anche passati in vantaggio, ma a nulla è servito perché la gara è terminata 3 a 3, con i siciliani che si mantengono a distanza ravvicinata dalla zona playoff. Vittoria a sorpresa per il Modena contro il Pisa che proietta gli emiliani a ridosso della zona playoff, a tre punti dal Parma ottavo e ad un punto dal Palermo al nono posto. Solo un 0 a 0 tra Parma e Sudtirol, mentre un altro pareggio 1 a 1 tra Venezia e Brescia, con i lombardi però che pur restando ultimi in classifica per la peggior differenza reti, agguantano la Spal. A chiudere la giornata del sabato è stato il posticipo di fronte a quasi 40mila del San Nicola, Bari contro Frosinone, poche occasioni per parti e pareggio giusto, ma a caratterizzare la giornata è stato il saluto in campo prima della partita di due idoli biancorossi, Sandro Tovalieri e Pietro Maiellaro, applauditi da tutto lo stadio. La giornata si è chiusa con la vittoria pesantissima del Cosenza ai danni della Spal di “corto muso” per 1 a 0 e con quella del Genoa di Gilardino al “Marassi” contro la Ternana di Lucarelli che ha giurato battaglia allo stadio “Liberati” nella prossima gara che sente tantissimo più di un derby. Giornata virtualmente chiusa, perché il 5 aprile si dovrà recuperare la sfida rinviata tra Perugia e Reggina.

    PROIEZIONE SUL PROSSIMO TURNO – Soltanto nove giornate separano dalla fine del campionato regolare e poi quasi certamente saranno playoff da una parte e bagarre per i playout. La prima sfida della trentesima giornata vede quasi uno scontro diretto per conquistarsi un posticino ai playoff, tra Palermo che giocherà in casa ed il Modena. Sabato palinsesto ricco con sette sfide alle 14.00 ed una sola alle 16.15. Aprono le danze Ascoli-Venezia, dove il punto non serve a nessuna delle due, ma poi molte volte il campo evidenza come le squadre non si vogliano scoprire e preferire portare a casa il punto. Il Brescia sfida il Genoa di Gilardino e pur giocando in casa ha poche chance contro i liguri. Il Cittadella, alla seconda sfida di seguito in casa, proverà a fermare il Perugia che nello scorso turno è rimasto fermo. Il Como, invece, sfiderà il Parma di Buffon alla ricerca disperata di continuità di risultati e di una vittoria che la potrebbe proiettare verso piani più alti della classifica. La capolista Frosinone sfiderà il Cosenza, galvanizzato dalla vittoria nello scontro diretto ma che contro le grandi tende a fare le “barricate”. Il Pisa sfiderà il Benevento in cerca di riscatto e con i campani che tendono a far giocare male, si accontenterebbero anche di un pari pur di muovere la loro classifica precaria. Il Sudtirol, invece, sfida una Spal che anche con il cambio di allenatore non ha fruttato gli esisti sperati ed i veneti potrebbero assestargli un colpo che lascerebbe poche speranze alla squadra emiliana. La Reggina di Pippo Inzaghi, dopo lo stop forzato con il Perugia, tornerà a giocare al “Granillo” contro il Cagliari ed è l’occasione anche per riconquistare “morale” ed il proprio pubblico che l’ha mai abbandonata nonostante le quattro sconfitte nelle ultime cinque gare. Domenica 19 marzo allo stadio “Liberati” di Terni ci sarà Ternana –Bari, con mister Lucarelli che ha chiamato a raccolta i suoi tifosi per battere i pugliesi che non avranno Di Cesare e Maiello squalificati e Folorunsho. (Ph. Genoa CFC – Tess Lapedota).

    M.I.

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!