More

    Serie B: Parma torna in serie A, Como e Venezia inseguono per il secondo posto

    La principale favorita sulla carta ha archiviato i giochi mercoledì pomeriggio al San Nicola di Bari, ovvero il Parma di mister Pecchia che conquista così la terza promozione da tecnico. Dopo i successi conseguiti con Verona e Cremonese, arriva quello più atteso, lui stesso nel post-gara del San nicola si è lasciato andare “Forse è stato il più belllo, ma ogni vittoria del campionato ha un sapore speciale”. I ducali con tre giornate di anticipo hanno chiuso i giochi, grazie ad un campionato costellato da 21 vittorie, 11 pari e 4 sconfitte per un totale di 73 punti ed un collettivo che è stata la vera forza e marcia in più dei gialloblù. Il Parma torna così nel Campionato di Serie A dopo tre anni. Il Como di Robertson ci ha provato sino alla fine  può ancora ambire al primo posto, ma aritmeticamente potranno esserlo dopo la penultima giornata di domenica se il Venezia dovesse compiere un altro passo falso dopo la recente sconfitta con il Catanzaro di Viavarini che invece hanno messo nel mirino la Cremonese quarta.

    IL PUNTO SULLA B, CON PROIEZIONE SUL PROSSIMO TURNO – Se il Parma ha messo in cassaforte la promozione, il Como non l’ha ancora fatto e dovrà vedersela domenica col Modena alle 15. I lagunari, invece, hanno ancora qualche residua speranza di promozione diretta sfideranno il Feralpisalò ed in caso di mancata vittoria della squadra lombarda sarebbero condannati alla retrocessione. Un bel duello è anche quello tra Cremonese, terza, e il Catanzaro, quarta forza, i grigio rossi dovranno affrontare la neopromossa ma che vuole blindare il primo posto e i calabresi la Ternana che lotta per raggiungere la miglior posizione ai playout. Chi, è obbligato a vincere per evitare di farsi agganciare dalla Samp è il Palermo di Mignani, con lui i rosanero hanno strappato solo tre pari e due sconfitte di fila e la squadra sarà in ritiro sino al prossimo turno. Per i siciliani, oltre alla vittoria d’obbligo, per ambire a disputare dei playoff da protagonisti servirà molto di più. La Samp, prima diretta concorrente dei siciliani, giocherà contro una Reggiana in zona tranquillità con vista sull’ottavo ed ultimo posto utile per i playoff. Il Brescia invece sfiderà il Lecco già retrocesso e dovrebbero avere la strada spianata anche se per gli avversari resta l’orgoglio da difendere. Il Sudtirol in casa giocherà contro il Pisa, in palio potenziali punti per accedere agli spareggi promozione, ma se non altro si potrà assistere ad una gara a viso aperto. Il Cosenza reduce da tre vittorie di file è fortemente galvanizzato e ambisce al poker anche se di fronte c’è uno Spezia in cerca degli ultimi punti per blindare una salvezza che a un certo punto della stagione sembrava impossibile. Al “Tombolato” altra sfida tirata, tra Cittadella, già salva ma che venderà cara la pelle opposta ad un Bari, spinto dal proprio capitano Di Cesare, autore di un gol pazzesco contro il Parma mercoledì pomeriggio, che sta lottando per evitare una retrocessione che sarebbe un disastro, ma il rettangolo di gioco come sempre sarà sovrano. Questa penultima giornata, dopo  quello del Parma promosso, potrebbe dare nuovi verdetti prima degli ultimi 90 minuti che si disputeranno venerdì prossimo. (Ph. Tess Lapedota).      

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!