More

    Serie B: si riparte dopo la sosta, Venezia e Cremonese ultima chiamata per avvicinare la capolista Parma

    articolo di Marco Iusco

    Si giocherà la trentunesima giornata nel giorno di Pasquetta, una consuetudine che vige da anni che tiene poco conto dell’importanza della festività ma che è oramai prassi. Dopo aver osservato la sosta per le nazionali, che ha dato la possibilità ai tecnici di poter ricaricare le pile in vista del rush finale, a seconda dei propri obiettivi e conquistare punti diventerà di qui alla fine sempre più importante. Prima della pausa, la capolista Parma aveva mantenuto intatto il suo distacco dalla seconda, il Venezia mentre la Cremonese ha perso terreno perdendo ed in caso di mancata vittoria lunedì direbbe quasi addio anticipato alla corsa per la leadership. Nel novero delle squadre coinvolte nelle posizioni dei playoff entra di diritto la Sampdoria che vola al settimo posto in virtù della vittoria sul fil di lana sul Bari, relegato al sestultimo posto. Solo un pari, invece, per il Catanzaro che comunque mantiene la sua posizione (sesta). Ben cinque sono le squadre a metà del guado che con una potenziale vittoria, a seconda degli scontri di giornata che hanno, possono insediare la zona playoff. Mentre impegnati nella lotta alla salvezza ed evitare spareggi ci sono tre squadre, rispettivamente in ordine di classifica, Cosenza e Bari a pari merito e leggermente più dietro ma di sole tre lunghezze, la Ternana e l’Ascoli di mister Carrera (subentrato a Castori) appaiata insieme allo Spezia a meno due. Spacciate infine, la Feralpisalò ed il Lecco.
    PROIEZIONE SUL PROSSIMO TURNO – Ad aprire il turno sarà l’anticipo del “Braglia” tra Modena e Bari, con gli emiliani favoriti contro un Bari che nelle ultime cinque giornate ha raccolto soltanto un punto, ma che d’altronde un ulteriore passo falso la proietterebbe sicuramente in zona playout che dista solo di un soffio vitale. La maggior parte delle gare si svolgeranno alle ore 15, solo una alle 18 e l’ultima alle 20.30. La prima di queste vede il Como, quarto in classifica sfidare il Sudtirol nono ed a ridosso dell’ottava posizione. A seguire ci sarà Cosenza opposto al Brescia, in una sorta di testa-coda perché i calabresi sono ad un passo da limbo della zona rossa mentre i lombardi in ottava posizione e vorrebbero restarci. Il Lecco seppur non è condannato ancora dall’aritmetico ha preso una china dove difficilmente riuscirà a togliersi qualche altra soddisfazione se non quello di onorare il campionato e dovrà vedersela con il Cittadella decimo e che vuole tentare di riportarsi con il muso in avanti. La sfida di cartello è quella tra Parma e Catanzaro, con i ducali che da una parta vogliono allungare in vetta ed i calabresi di mister Vivarini che vorrebbero tornare alla vittoria che manca da due gare. Altra sfida interessante quella tra il Pisa ed il Palermo, con entrambi le squadre che devono riscattare delle pesanti sconfitte. Sfida salvezza invece tra Spezia ed Ascoli, con gli stessi punti in classifica e chi dovesse perdere potrebbe essere staccata ulteriormente da Ternana, Bari e Cosenza. Sempre alle 15 ci sarà il Venezia opposto alla Reggiana, una sfida che vede favoriti i lagunari ma gli emiliani daranno filo da torcere sino alla fine. Se il Lecco è spacciato anche il Feralpisalò con la differenza che questi ultimi in tante partite se la sono giocata a viso aperto strappando risultati anche clamorosi e pertanto la Cremonese che sfideranno a casa loro, alle 18, è avvisata. A chiudere il cerchio della giornata ci sarà la Sampdoria contro la Ternana, con i blucerchiati che hanno raccolto 12 punti nelle ultime cinque gare e gli umbri in forma aggrappati alla corsa salvezza. (Ph.Tess Lapedota).

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!