Taranto-Foggia, focus partita

0
95

Sarà una partita particolare quella tra Foggia e Taranto e non solo perché si tratta di un derby ma anche perché entrambe le squadre hanno voglia di riscattarsi dai propri momenti negativi. Il Foggia ha iniziato la settimana di avvicinamento al derby pugliese con il tam tam di notizie che davano Boscaglia come un ex allenatore rossonero, cosa che però è avvenuta solo mercoledì mattina a metà di una settimana difficile dopo la pesante sconfitta allo Zaccheria contro il Pescara in cui i rossoneri hanno incassato 4 reti, che in totale diventano 11 in campionato. Il Foggia al momento è senza allenatore e la panchina per questa sfida sarà affidata ad Antonio Gentile, collaboratore tecnico rossonero e già presente nello staff di Roberto Boscaglia per cui è stata chiesta una deroga per sedersi in panchina, che sarà affiancato dal preparatore dei portieri Gianni Iurino. In pole position come allenatore del Foggia ci sarebbe Marco Marchionni ma vedremo tra i tanti nomi chi sarà ufficializzato dalla società rossonera. Intanto per la partita di domani nella formazione del Foggia potrebbe esserci qualche sorpresa con i rossoneri che sicuramente si affideranno ai veterani pronti a prendersi la squadra sulle spalle per cercare la vittoria.
Dall’altra parte del campo c’è il Taranto allenato da mister Ezio Capuano, vecchia conoscenza rossonera che ha allenato il Foggia. La squadra rossoblù sta attraversando un brutto momento e arriva dalla sconfitta subita contro la Gelbison per tre reti a zero. Il Taranto nelle 5 gare giocate ha collezionato 4 sconfitte (3 fuori casa e 1 in casa) e 1 sola vittoria in casa. Nella conferenza pre-gara mister Capuano ha analizzato la sfida contro il Foggia: “Il derby ha un valore particolare, giochiamo contro una squadra in difficoltà ma la ritengo comunque una delle più forti del campionato. Nessuno si aspettava che potesse avere solo 4 punti dopo 5 giornate. È la gara più difficile che ci potesse capitare, loro sono un leone ferito ed arrabbiato. Conosciamo la loro forza ma siamo coscienti delle nostre capacità. Diaby è sicuramente out, Infatino è da valutare e Brandi è out”.
Sarà una sfida che si giocherà con il coltello tra i denti perchè i tre punti valgono molto non solo in chiave classifica ma soprattutto per riprendersi da un momento troppo buio che rischia di allungarsi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here