More

    Un Foggia convincente non va oltre il pari con il Catania

    Con il ritorno in panchina di mister Cudini si sperava in un Foggia diverso da quello visto fino ad ora, e così è stato, buona prestazione dei rossoneri che vanno più volte vicini al vantaggio senza mai trovarlo e interrompono la striscia negativa che durava da quattro partite. La partita in sintesi: Primo spunto del Foggia al 4‘ con Millico entra in area e lascia partire il destro, troppo centrale per Albertoni che blocca. Al 5‘ ancora Millico, questa volta il tiro del numero 10 finisce di poco al lato. Al 15‘ cross al centro del solito Millico che pesca Tenkorang, ma il colpo di testa del nuovo arrivato è troppo debole per impensierire Albertoni. Al 19‘ tentativo di Quaini dalla distanza che finisce alto. Al 20‘ si sblocca il match, una serie di rimpalli in area di rigore favorisce Rapisarda, il numero 5 calcia trovando una deviazione che beffa Perina e finisce in rete. Al 34‘ pareggio meritato del Foggia, la punizione di Millico trova la testa di Santaniello che indirizza in rete. Al 47‘ Tonin sfrutta un corner basso di Millico e gira di testa, palla sul fondo. Un primo tempo che si conclude con un pareggio che sta anche stretto al Foggia per quanto visto nei primi 45’. Rossoneri che dovranno essere bravi a sfruttare la superiorità numerica nel secondo tempo per provare a portare a casa i tre punti. Al 54‘ primo spunto del Foggia, gran botta di Salines che da posizione defilata sfiora l’incrocio dei pali. Al 56‘ Foggia vicinissimo al vantaggio, il cross basso di Tonin viene intercettato sul piu bello dai difensori del Catania che si rifugia in corner. Al 57‘ sugli sviluppi di un corner Carillo salta più in alto di tutti ma colpisce la traversa. Al 72‘ contropiede del Foggia con Millico che prova la conclusione a giro dalla distanza, palla che termina sul fondo. Al 82‘ è Tascone a provarci, conclusione a lato del numero 26. Nonostante gli sforzi e l’uomo in più il Foggia non riesce a trovare la via del gol, pareggio quindi per gli uomini di Cudini che avrebbero meritato sicuramente qualcosa in più di un Catania che, escludendo il gol, non si è fatto quasi mai vedere dalle parti di Perina. Prossimi incontri, il Foggia sarà ospite in casa della Turris domenica 11 febbraio, mentre il Catania recupererà prima la partita con il Picerno martedì 6 febbraio e ospiterà poi la Casertana sempre domenica al Massimino.

    FOGGIA (4-3-3): Perina, Rizzo, Riccardi, Carillo (80′ Ercolani), Salines (74′ Vezzoni), Marino (74′ Rolando), Tascone, Tenkorang (80′ Odjer), Millico, Santaniello, Tonin (89′ Gagliano). All. Cudini

    CATANIA (3-4-1-2): Albertoni, Castellini, Kontek, Monaco, Rapisarda, Zammarini (55′ Welbeck), Quaini (86′ Bouah), Haveri, Peralta (46′ Tello), Di Carmine (86′ Costantino), Chiarella (73′ Cicerelli). All. Lucarelli

    ARBITRO: Abdoulaye Diop di Treviglio.

    ASSISTENTI: Matteo Paggiola di Legnano e Marco Giudice di Frosinone.

    AMMONITI: 35′ e 45′ Haveri (C), 62′ Riccardi (F), 71′ Marino (F), 84′ Rapisarda (C), 95′ Tello

    ESPULSIONI: 45′ Haveri (C)

    ANGOLI: 8-3

    RECUPERO: 2′ pt + 6′ st

    ARTICOLI CORRELATI

    Commenti

    Share article

    spot_img

    Ultimi articoli

    Newsletter

    Iscriviti alla newsletter per restare aggiornato!